Fiori di Bach




Fiori di Bach

fiori di Bach

I fiori di Bach rappresentano una terapia semplice e naturale per trattare patologie fisiche e psichiche.
La terapia prende il nome del suo Inventore, Edward Bach, medico inglese che sviluppó una serie di cure a base di essenze curative estrapolate da alcuni fiori.

La sua teoria, oltre a basarsi sui fiori, si basa sul principio che risulta fondamentale prestare attenzione agli inconfondibili segnali emozionali che riflettono il cambio di umore o uno stato mentale alterato, in quanto questi fattori, prolungati nel tempo, possono causare danni permanenti alla salute fisica e mentale dell'uomo.
L'energia, l'amore, gli interessi e gli scopi nella vita aiutano a mantenerci vivi e vitali.

Con questa attitudine, Bach si mise a studiare gli effetti dei rimedi derivati dai fiori sul corpo e sull'animo umano.
Sperimentó e catalogó 38 specie floreali che divise in 7 gruppi, ognuno dei quali atto a trattare un aspetto negativo dell'animo umano: paure, mancanza di interesse, incertezza, solitudine, ipersensibilitá a idee ed influenze esterne, sensazione di fallimento o disperazione e preoccupazione eccessiva per gli altri.

Bach lavoró sulla classificazione dei fiori e sui disturbi che essi erano in grado di sconfiggere.
Secondo Bach esistono 12 piante floreali dette guaritrici, 7 dette aiuti, 19 dette assistenti.
Le piante possono essere combinate per ottenere miscele piú efficaci per singoli o molteplici sintomi.
Addirittura esisterebbe una miscela base di 5 fiori (Star of Bethlehem, Rock Rose, Impatiens, Clematis, Cherry Plum), che sarebbe un rimedio di emergenza utile in situazioni più acute.


Bach suddivide quindi i fiori a seconda degli stati d'animo negativi da trattare:
- paura: Rock Rose, Mimulus, Cherry Plum, Aspen, Red Chestnut;
- incertezza: Cerato, Scleranthus, Gentian, Gorse, Hornbeam, Wild Oat;
- scarso interesse: Clematis, Honeysuckle, Wild Rose, Olive, White Chestnut, Mustard, Chestnut Bud;
- solitudine: Water Violet, Impatiens, Heather;
- ipersensibilità alle influenze e alle idee esterne: Agrimony, Centaury, Walnut, Holly;
- disperazione: Larch, Pine, Elm, Sweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak, Crab Apple;
- eccessiva preoccupazione del benessere altrui: Chicory, Vervain, Vine, Beech, Rock Water.

I fiori vengono preparati secondo due metodi semplici e generici:
- il metodo del sole (si raccolgono i fiori in giornate calde e durante la loro massima fioritura, si fanno macerare al sole per alcune ore, si filtra l'acqua aggiungendo cognac (per conservare la cosiddetta tintura madre);
- il metodo della bollitura (si raccolgono i germogli, si fanno bollire, si lascia raffreddare, si aggiunge brandy o cognac e si utilizza la tintura madre ottenuta).

E' comunque importante ricordare che i rimedi floreali non solo rimedi terapeutici tradizionali.
I rimedi di Bach sono indicati per risolvere stati emozionali itineranti e, in caso di patologie psicologiche severe, possono servire da coadiuvanti e supporto alla terapia tradizionale.
In effetti l'efficacia dei fiori di Bach non è mai stata provata e anzi esistono molti detrattori che parlano di semplice effetto placebo e non di rimedio.

DISCLAIMER

Fiori di Bach

©2015 NATUROPATIA – Tutti i diritti riservati Privacy Policy